Ap
Ap
Nel primo tempo la Russia riesce a resistere al Brasile, ma nella ripresa i ragazzi di Tite si scatenano e non c'è più storia. I sudamericani vincono l’amichevole di Mosca per 3-0. Le reti, tutte nel secondo tempo, portano la firma di Miranda, Coutinho su rigore e Paulinho. Martedì il Brasile sarà a Berlino con la Germania, che nel Mondiale 2014 l’aveva travolto per 7-1.
PELÉ — Pelé, invitato speciale per la partita, non può viaggiare in Russia: i guai al suo ginocchio non glielo permettono. Gli organizzatori comunque gli rendono omaggio con un video.
DOUGLAS COSTA — Al Mondiale i padroni di casa saranno nello stesso girone di Arabia Saudita, Egitto, Uruguay. Il Brasile in quello di Svizzera, Costa Rica, Serbia. La Russia schierata da Cherchesov col 5-4-1, scende in campo con Akinfeev, Samedov, Granat, Kudryashov, Kutepov, Kombarov, Glushakov, Zobnin, Aleksey Miranchuk, Glovin, Smolov. Questa volta i brasiliani naturalizzati russi non ci sono, compreso il terzino destro Mario Fernandes, infortunato, quello con più possibilità di andare al Mondiale. Tite si affida a un 4-1-4-1 che a volte diventa un 4-3-3 molto mobile e con vari cambi di posizione. Il romanista Alisson, capitano, in porta. Retroguardia composta da Dani Alves, Thiago Silva, Miranda e Marcelo. Casemiro in mediana con Paulinho, l’ex nerazzurro Coutinho, Willian e lo juventino Douglas Costa a centrocampo; Gabriel Jesus centravanti.
TU PER TU — Subito al 4’pt Gabriel Jesus sciupa un'ottima occasione a tu per tu con Akinfeev tirando addosso al portiere russo. Il Brasile inizia l'incontro col baricentro alto e pressando la formazione russa. Bello scatto di Douglas Costa sulla sinistra: magnifico passaggio in area per Willian, che si fa parare da Akinfeev al 27’. La Russia però è in gara. Un pericoloso contropiede si conclude con un tiro di Smolov deviato in angolo da Alisson al 31’. Sempre pericoloso Douglas Costa che impensierisce la difesa russa colpendo l'esterno della rete al 34’. 3 minuti più tardi i padroni di casa vanno vicini al vantaggio: cross basso in area di Smolov per Miranchuk che manda sopra la traversa. La partita diventa sempre più equilibrata sul finire della prima frazione.
Afp
Afp
CLAMOROSA — Dopo un paio di minuto dall'inizio della ripresa il Brasile spreca un'ottima opportunità per sbloccare il risultato. Galoppata di Douglas Costa sulla sinistra, traversone per Willian che serve Paulinho, il centrocampista del Barcellona tira però addosso al portiere e sulla respinta Coutinho non riesce a trovare il bersaglio grosso.
MIRANDA SEGNA — Alla fine ci pensano i difensori centrali sudamericani. Sugli sviluppi di un calcio di punizione il colpo di testa di Thiago Silva viene respinto da Akinfeev, ma Miranda è bravo sul tap-in e porta avanti la Seleção. Brasile 1-0 al 7’ del secondo tempo. Un gol da centravanti.
RADDOPPIO E TRIS — Al 14' del st arriva una giocata capolavoro di Coutinho: l’ex interista salta una paio di avversari, regala il pallone a Paulinho che a porta spalancata centra in pieno l'estremo difensore. 180'' più tardi sarà proprio Coutinho, spiazzando Akinfeev, a trasformare un rigore procuratosi da Paulinho, atterrato da Golovin. 2-0 Brasile. Paulinho, invece, non spreca la successiva occasione infilando di testa il traversone di Willian al 21’ st: 3-0. La Russia prova a reagire ma è troppo tardi: Dzagoev, subentrato ad Aleksey Miranchuk, spaventa Alisson, ma tira fuori al 22’. Al 31’, brividi a ripetizione per la difesa brasiliana. Anton Miranchuk, sostituto di Glushakov, scavalca Alisson con pallonetto, Thiago Silva salva di testa sulla linea, la palla tocca ancora il legno; sul rimbalzo Zabolotnyi, subentrato a Smolov, prova a concludere in rete ma Miranda allontana il pericolo. Finisce 3-0.
 Mauricio Cannone